Intolleranti al Glutine ma non Celiaci

Lo sapevate che si può essere intolleranti al glutine senza essere affetti da celiachia?

Ebbene sì! L’Università degli studi di Bologna ha tenuto un seminario sulla Sindrome del Malassorbimento durante il quale sono stati analizzati diversi aspetti relativi all’assunzione di glutine.

Iniziamo a capire perchè sempre più persone soffrono di crampi, diarrea, vomito, ma anche di sintomi più lievi quali dolori addominali, mal di testa, irritazioni cutanee, anemia e depressione, ma che dai test diagnostici NON risultano celiaci.

Tutti questi sintomi sono legati all’assunzione di glutine, la quale è aumentata in modo esponenziale nel corso degli anni, da quando la dieta mediterranea si è affermata come vero e proprio stile di vita in tutto il mondo. Questo ha portato a una meccanizzazione e una produzione industriale di nuove qualità di grano, geneticamente modificate per essere più adatte alle lavorazioni meccaniche. Inoltre una drastica riduzione dei tempi di levitazione, che, a sua volta, ha causato un significativo incremento della concentrazione di peptidi tossici.

Uno scenario nuovo che i medici stessi hanno “digerito” piano, piano. Molti soggetti affetti da lievi disturbi hanno continuato a mangiare alimenti contenenti glutine, perchè la Gluten Sensitivity non esisteva, tanto che la maggior parte dei pazienti veniva indirizzata a rivolgersi agli psichiatri. Non sto scherzando!

I sintomi della Gluten Sensitivity sono in parte sovrapponibili a quelli della celiachia e del colon irritabile e si presentano entro poche ore dall’assunzione di glutine; compaiono ad un certo momento della propria vita, cioè più in età adulta che in età pediatrica, e soprattutto nelle donne.

Se vi rendete conto di star male dopo l’assunzione di frumento e di altri cereali come l’orzo, il farro, la segale o il kamut, cercate di evitarli, sempre, non solo per 6 mesi. Solitamente si fa così per le intolleranze alimentari, ma il problema della sensibilità al glutine si ripresenterà anche dopo. Il nostro suggerimento è di sostituirli con prodotti a base di canapa, naturalmente priva di glutine, ma fate sempre attenzione alle etichette, perchè anche la farina di canapa viene mixata con altre farine e quindi i prodotti non sono sempre Gluten Free.

Nicoletta Fazzolari

https://www.facebook.com/lanico.lari?fref=ts